il progetto

LISCORT

Il progetto mira a costituire la prima ricerca sistematica sullo sviluppo delle forme linguistiche che esprimono formalità e cortesia in latino e in due lingue che da esso derivano, italiano e spagnolo.

Il progetto rientra nell’ambito della politeness research, segmento della pragmatica che si è fortemente sviluppato negli ultimi anni in ambito internazionale, sia in riferimento a singole lingue sia in dimensione contrastiva, di confronto tra lingue. L’interesse per questo tema nasce dalla considerazione che le lingue esprimono relazioni di cortesia/formalità perché ci sono motivazioni storico-sociali di base radicate nelle distinzioni di classe sociale, in modelli culturali o, sul piano individuale, in differenze di genere o di ruolo.

Tra le strategie che permettono di codificare linguisticamente i parametri sociali di gerarchia e distanza si annoverano i pronomi (tu vs lei, distinzione che non esisteva in latino ma è presente in romanzo), la mitigazione degli atti direttivi tramite marcatori di cortesia (es. per favore), fenomeni di variazione nell’uso dei verbi (buonasera, volevo un po’ di pane: la distanza temporalevesprime distanza sociale).

I temi del progetto puntano a indagare:

  • Gli ambiti sociali e le modalità che motivano, in latino tardo, la nascita della distinzione di cortesia/formalità, ad es. l’opposizione tu/lei.
  • L’evoluzione delle forme di cortesia e del contesto sociostorico in cui si sono sviluppate, in italiano e in spagnolo, in alcuni momenti significativi della loro diacronia sino alla contemporaneità.
  • Gli sviluppi paralleli e possibili interferenze tra le due lingue e culture, interessate da secolari contatti culturali, politici e sociali.